Il ciclo riproduttivo del cane

IL CICLO RIPRODUTTIVO E L’ACCOPPIAMENTO NEL CANE

Le cagne normalmente raggiungono la maturità sessuale tra i sei mesi e i due anni di età, con grande variabilità tra una razza ed un’altra .I cani di razza piccola sono infatti generalmente più precoci rispetto a quelli di razza gigante.Il primo calore potrebbe  essere silente , cioè presentarsi senza che si noti alcun cambiamento di comportamento o altro segno visibile.

IL CICLO ESTRALE

il ciclo riproduttivo del caneLa cagna viene definita “ monoestrale stagionale”in quanto presenta un solo ciclo durante la stagione riproduttiva.La prima parte del ciclo viene denominata PROESTRO ( fase prima dell’estro ), periodo in cui si assiste alle perdite di sangue.

La femmina potrebbe comportarsi come se fosse disponibile all’accoppiamento ma in realtà arrivati al dunque si rifiuta diventando anche aggressiva.

Questa fase di preparazione all’estro può durare dai tre ai diciassette giorni (mediamente nove).

La seconda parte del ciclo si chiama ESTRO la femmina è pronta per l’accoppiamento e accetterà il maschio . In questo periodo si ha l’ovulazione che avviene spontaneamente . Questa parte del ciclo dura da tre a ventun giorni ( mediamente nove ).La restante parte del ciclo, il DIESTRO consente alle femmine di mantenere la gravidanza . La concentrazione ormonale del progesterone in questa fase è alta.

Ciò avviene in tutte le femmine, indipendentemente dal fatto che siano state fecondate. Se la femmina è gravida la gravidanza si protrarrà per 58-63 giorni . Diversamente , seguirà un periodo di diestro della durata di novanta giorni circa seguito dall’ANAESTRO ( periodo di inattività sessuale tra i cicli ) di settantacinque giorni circa per poi ricominciare con un nuovo ciclo .
Alcune femmine vanno incontro ad un  fenomeno  piuttosto frequente detto di “falsa gravidanza” o “Pseudogravidanza”, che si presenta circa due mesi dopo la fine del calore con aumento delle dimensioni delle mammelle produzione di latte, e atteggiamenti stravaganti,simili a quelli di una cagna che abbia dei cuccioli.
Questo fenomento in realtà ha una ragione biologica risalente alla vita di branco del lupo, dove tutte le femmine collaborano nell’allattamento dei cuccioli della femmina capobranco per permettere a questa di allontanarsi per la caccia.

ACCOPPIAMENTO

Quando si desidera far fare i cuccioli alla propria cagna è consigliabile consultare il  veterinario, che cercherà di determinare quali siano i giorni  fecondi.Durante la fase di proestro ed estro la concentrazione del progesterone può essere misurata a giorni alterni in modo da identificare l’innalzamento che avviene di solito 2 giorni prima dell’ovulazione; l l’accoppiamento potra’ essere programmato nei tre o quattro giorni successsivi. E’ anche possibile  determinare i giorni fecondi  basandosi sull’esame microscopico di strisci vaginali (esame  simile al pap test ) da eseguire sempre ad intervalli di due giorni a partire dal proestro.Talvolta l’accoppiamento può essere problematico, di solito semplicemente perchè tentato nei giorni sbagliati, ma talvolta anche per inesperienza o per problemi fisici oggettivi del maschio o della femmina.Altre volte invece tutto procede bene ma la gravidanza non si instaura.In questo caso  le cause più comuni sono la mancata ovulazione , mancata fecondazione , riassorbimento fetale .Un’attenta valutazione medico veterinaria può aiutare ad individuare ed eventualmente correggere il problema. In molti casi è possibile intervenire infine con la fecondazione artificiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *