Sindrome Brachicefalica

SINDROME OSTRUTTIVA DEGLI ANIMALI BRACHICEFALI (Sindrome Brachicefalica) 

I cani ed i gatti brachicefali sono soggetti caratterizzati dal muso corto. Alcune delle RAZZE più rappresentative sono le seguenti:

  • Cani di razza Carlino, Bulldog Inglese, Bouledogue Francese, Boston Terrier, Pechinese, Shitzu , Boxer, Chow Chow, Bull Mastiff
  • Gatti di razza Persiano, Exotic , Himalayano

Cos’è la Sindrome Ostruttiva? 
E’ una OSTRUZIONE SUB-CLINICA DELLE VIE AEREE SUPERIORI: il primo tratto respiratorio, composto da Naso, Faringe, Laringe e Trachea , è “più stretto” rispetto agli animali che hanno il muso più lungo, e questo comporta una maggiore difficoltà (una ostruzione appunto) nel passaggio dell’aria.

Perché queste razze? 
Nelle razze brachicefale la selezione ha prediletto la minor lunghezza del muso: la componente ossea della scatola cranica si è ridotta, portandosi dietro alterazioni anatomiche interne, prevalentemente delle vie respiratorie.
Sono alterazioni quindi che il cane o il gatto ha dalla nascita, perché sono state fissate nel suo patrimonio genetico, e con le quali dovrà convivere per tutta la vita.

Quando si presentano queste alterazioni? 
Praticamente tutti i soggetti appartenenti a queste razze NASCONO con queste alterazioni anatomiche. I sintomi possono essere presenti fin dai primi mesi di vita, oppure rendersi evidenti dopo, durante i primi o i successivi anni di vita, man mano che si instaurano alterazioni secondarie più gravi.

Dove è localizzato il problema? 
I problemi sono molteplici. Le prime vie respiratorie sono le più colpite: cavità nasali e laringe e faringe, ma spesso sono coinvolti anche trachea, bronchi e apparato gastrointestinale.

Scarica l’opuscolo informativo per i proprietari!

sindrome istruttiva delle vie aeree nelle razze brachicefale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *